Cilindri di sicurezza: tecnologia e protezione

Cilindri di sicurezza: tecnologia e protezione

Porte blindate, finestre, persiane o grate sono la prima barriera contro i tentativi di effrazione.

È fondamentale scegliere sistemi che garantiscano un buon livello di protezione, installando prodotti in grado di garantire resistenza e indurre il malintenzionato a rinunciare.

Non vi è alcun dubbio che la messa in sicurezza di portoncini e porte blindate sia il primo passo da compiere; il cilindro europeo, ad esempio, è una tipologia tra le più richieste e tra le più sicure presenti in commercio.

I cilindri a profilo europeo hanno raggiunto negli ultimi anni elevati gradi di sicurezza, anche grazie all’introduzione di specifiche normative. La UNI EN 1303, ad esempio, definisce i requisiti relativi alla robustezza, sicurezza, durabilità e resistenza alla corrosione dei cilindri, generalmente utilizzati in edilizia.

Questi dati sono verificabili solitamente dalla scheda tecnica o riportati sulla confezione del prodotto.

Come è fatto un cilindro di sicurezza?

Un buon cilindro di sicurezza è composto da un corpo in ottone e spine in acciaio temprato (ved. Fig 1). Può essere munito anche di particolari meccanismi, che variano in base al modello e al marchio del prodotto, in grado di rendere il dispositivo ancora più sicuro.

I cilindri di sicurezza sono certificati per resistere alle tecniche di effrazione più comuni, come ad esempio il Bumping, che prevede l’uso di una chiave appositamente sagomata in combinazione con un martello.

(Fig.1)

Particolare importanza deve essere data anche alle chiavi originali. Tutti i cilindri di sicurezza sono provvisti di carta di proprietà, che riporta i numeri di chiave presenti nella confezione.

La carta di proprietà è l’unico documento che permette di richiedere un duplicato ai centri autorizzati.

Per potenziare la sicurezza del cilindro è possibile installare un dispositivo di copertura che ne impedisca la manomissione: la borchia di protezione per cilindro.

Alcuni cilindri di sicurezza possono essere aperti con un’unica chiave, una soluzione interessante per abitazioni private e uffici. Questa soluzione consente di avere una “gestione dinamica della chiave”, perché una sola chiave è in grado di aprire più serrature.

Come si misura un cilindro europeo

Per poter misurare un cilindro europeo è necessario estrarlo dalla porta.

Il nottolino (o ingegno) centrale, che si presenta di colore grigio, nero o blu, è sempre di 10 mm. È sufficiente misurare le altre due parti in ottone (come segnato nel disegno), da nottolino a ingresso chiave.

Ad esempio, la misura di un cilindro di 70 mm è il risultato della seguente operazione: lato B = 30 mm, nottolino 10 mm e lato A = 30 mm.

In sintesi, il cilindro europeo misura 30-10-30. Dopo aver calcolato la misura come sopra riportato, è possibile acquistare in autonomia un nuovo cilindro di sicurezza.

Trovate i cilindri di sicurezza sul nostro shop online o presso il nostro punto vendita a Lecco, in via Tagliamento 32, nelle vicinanze dell’Ospedale e del Centro Commerciale Iperal. Se avete domande sui prodotti o richieste particolari non esitate a contattarci. Siamo a vostra disposizione.

Come possiamo aiutarti?